Nutrizione ed infortuni

L’infortunio purtroppo può far parte della vita di un atleta. Spesso costringe a periodi di fermohe non permettono di proseguire la preparazione atletica come si era preventivato. L’alimentazione può in qualche modo aiutarci a prevenire gli infortuni? La risposta è positiva, ma bisogna sempre considera prima l’equilbrio tra carico di allenamento e recupero.

Sulla corretta gestione degli allenamenti non si transige e nulla può fare l’alimentzione. Il secondo punto da considerare è relativo al ruolo della nutrizione. Gli effetti sono osservabili solo quando si è in presenza di una carenza e quindi l’obiettivo è assivurarsi che macro e micro nutrienti siano adeguato all’impegno negli allenamenti. Fatte queste premesse è emerso che alcuni nutrienti hanno un effetto positivo come prevenzione degli infortuni.

La vitamina C ed il rame sono due micro nutrienti essenziali per il metabolismo del collgene. Il collagene è la principale proteina che costituisce tendini e legamenti, quindi garantire la corretta sintesi è essenziale per evitare debolezze strutturali. La ricerca ha poi mostrato che l’utilizzo della gelatina o del collagene idrolizzato ha un effetto importante sul collagene. La gelatina è ottenuta per estrazione in soluzione acquosa a caldo dai tessuti connettivi animali tramite idrolisi. Si usa molto anche il brodo di ossa, una soluzione delle nostre nonne. Esistono poi una serie infinita di prodotti, come la curcuma, la bromelina, la taurina, l’arginina, la boswella che hanno un effetto positivo sulla prevenzione degli infortuni grazie alla loro azione anti infiammatoria.

Close GL, Sale C, Baar K, Bermon S. Nutrition for the Prevention and Treatment of Injuries in Track and Field Athletes. Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2019 Mar 1;29(2):189-197. doi: 10.1123/ijsnem.2018-0290. Epub 2019 Mar 8. PMID: 30676133.

Articolo precedente

Possiamo sedere tranquilli?

Articolo successivo

Aminoacidi e timing